110 ANNI DI STORIA DALLA POSA DELLA PRIMA PIETRA DELL’ATTUALE IPSIA “S. PERTINI” DI TERNI

CENNI STORICI

– 10 ottobre 1909 con la posa della prima pietra nac­que la sede della Scuola professionale d’ Arti e Me­stieri, voluta da Virgilio Alterocca. L’iniziativa ebbe il beneplacito del Municipio e il sostegno della So­cietà SAFFAT (Società Alti Forni Fonderie e Accia­ierie di Temi) che mise a disposizione una larga parte del terreno edificabile insieme alle maestranze che gli destinarono i frutti di un’intera giornata di la­voro*.
Contribuirono, anche, la Camera di Commercio e d’Arti dell’Umbria, la Cassa di Risparmio di Terni, la Società del Carburo, l’Amministrazione della Pro­vincia e le offerte della cittadinanza.
– 19 ottobre 1995 Intitolazione dell’I.P.S.I.A. al Pre­sidente della Repubblica Sandro Pertini con la pre­senza di Giorgio Napolitano.
– 15 aprile 1997 Intitolazione della Sala riunioni del Collegio dei Docenti al giovane studioso ternano Sergio Secci, vittima della strage di Bologna del 2 agosto 1980.
– 8 maggio 2003 Intitolazione della Sala riunioni del Consiglio d’Istituto a Torquato Secci (Primo Presi­dente dell’Associazione Famigliari delle vittime della Strage di Bologna 2 agosto 1980).
– 10 ottobre 2009 celebrazione del centenario della nascita della scuola professionale.
– 8 ottobre 2010 Intitolazione della palestra dell’Ip­sia a Virgilio Alterocca.
– 26 maggio 2012 Intitolazione della sala docenti all’On. Filippo Micheli, Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Ipsia dal 1962 al 1968.

* L’atto nobilissimo, dignitoso, fiero, della classe la­voratrice ci consola, ci conforta, c’inorgoglisce (Jng. Amilcare Spadoni del Comitato promotore)

Depliant dell’evento

Manifesto 110 di storia

I cookie ci aiutano a migliorare il sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network. Cliccando su Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Chiudi